{

“E’ come il sangue dei vinti – disse Nicole – che in
breve sarí  cancellato e dimenticato. Il tempo di un tramonto e domani tutti
penseranno ad altro”

Genere: letteratura italiana
Pagine: 158
Editore: Albatros
Collana: Nuove voci
Data uscita: 07/12/2009
In copertina: R. Guicherd, il golfo di Algeri, acquerello

Ritorno ad Algeri

Morte senza paga

Albatros – 2009

Lapo, giornalista affermato con un passato da cronista nei Paesi arabi, riceve una lettera inaspettata. È Nicole, conosciuta in Algeria trent’anni prima, grande amore della giovinezza e di tutta la vita.

“Ritorno ad Algeri (morte senza paga)” ripercorre questa intensa storia d’amore, un mondo di emozioni, sogni e grandi speranze, che si intreccia con le vicende della rivoluzione algerina degli anni Sessanta.

Un romanzo storico, quindi, capace di descrivere approfonditamente la contrapposizione tra arabi e francesi d’Algeria, i cosiddetti pieds-noirs, scavando nelle motivazioni dello spietato antagonismo che ha negato a questi popoli la possibilití  di perdonarsi, di guardare al di lí  delle rispettive “giuste cause”.

Elio Rogati racconta del “sangue giusto” che macchia indelebilmente la coscienza di chi quegli anni li ha vissuti sulla propria pelle, nonostante l’incanto di una terra che rapisce per la bellezza dei paesaggi, l’azzurro del golfo di Algeri, il cielo del deserto di notte con le sue stelle cosí¬ luminose e sorprendentemente vicine.

‘Premio Internazionale Michelangelo Buonarroti’ – 2° edizione – Finalista sezione Narrativa – all’artista Elio Rogati – con l’opera “Ritorno ad Algeri”

Vincitore del ‘Premio Letterario Internazionale CITTA’ di MONCALIERI’ 2010

Finalista al ‘Premio MARIO SOLDATI’ per la narrativa 2010, attribuito dal ‘Centro Studi e Ricerche MARIO PANNUNZIO’ di Torino

Gli altri romanzi

Acquista su

Segui su Facebook

[facebook-feed page_id='ElioRogati' post_limit='2']
Share This

Condividi

Condividi con i tuoi amici